Archivi Categorie: Civile

Negoziazione assistita

La negoziazione assistita è un procedimento stragiudiziale di risoluzione amichevole delle controversie con l’assistenza degli avvocati introdotto dal D. L. 132/2014 del 12.09.2014, convertito in legge 162/2014 del 10.11.2014, ed è obbligatorio, quindi costituisce condizione di procedibilità, a decorrere dal 09.02.2015, per le azioni giudiziarie in materia di risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti e per domande di pagamento a qualsiasi titolo di somme non superiori a € 50.000, fatta eccezione per le controversie nelle quali è prevista la mediazione obbligatoria, nonché con riferimento a diritti disponibili o in materia di lavoro. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Gratuito patrocinio civile

Al fine di essere rappresentata in giudizio, sia per agire che per difendersi, la persona non abbiente può richiedere la nomina di un avvocato e la sua assistenza a spese dello Stato, purché le sue pretese non risultino manifestamente infondate.
L’istituto del patrocinio a spese dello Stato vale nell’ambito di un processo civile ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni consensuali, divorzi congiunti, ecc.).

Leggi il resto dell’articolo

Chiarimenti del Ministero della Giustizia sulla mediazione civile obbligatoria (Circolare 27/11/2013)

Dipartimento per gli affari di giustizia Ufficio III Reparto mediazione

IL DIRETTORE GENERALE DELLA GIUSTIZIA CIVILE

Leggi il resto dell’articolo

Violazione al Codice della Strada, importo ridotto del 30 per cento

A seguito di quanto previsto dal D.L. n. 69/2013 che, modificando l’articolo 202 del codice stradale, ha disposto che, in caso di pagamento delle violazioni  al codice della strada entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione, l’importo è ridotto del 30%, il Ministero ha precisato che tale disposizione si Leggi il resto dell’articolo

Consultazione on line delle cause

E’ attivo sul sito del Ministero della Giustizia al seguente link

http://pst.giustizia.it/PST/it/pst_2.wp

un servizio che consente al cittadino di consultare le proprie cause, visualizzando le relative informazioni in forma anonima.

Leggi il resto dell’articolo

CASSAZIONE: CLIENTE INATTIVO PER ANNI. SEMPRE POSSIBILE LA RESTITUZIONE DELLA SOMMA DEPOSITATA IN BANCA

Anche se le parti non hanno previsto un termine di scadenza del contratto, la banca è obbligata alla restituzione a richiesta del depositante.  In assenza di una manifestazione di volontà della banca di recedere dal rapporto, la prescrizione del diritto di credito del depositante non può iniziare a decorrere prima che questi avanzi la richiesta di restituzione, ponendo in essere quel comportamento che rende il credito esigibile e dal quale sorge il corrispondente obbligo della banca”.

Il principio è stato affermato dalla Cassazione, sez. I, 20 gennaio 2012, n. 788

Per ogni chiarimento in merito è possibile contattare L’Associazione professionisti per il Cittadino.

Avv. Francesco Di Pretoro