IL NUOVO ISEE

Nel Consiglio dei ministri del 03/12/2013 il governo ha approvato un dpcm di riforma dell’indicatore della situazione economica Equivalente (ISEE) strumento utilizzato per erogazione dei servizi e delle prestazioni sociali.

Ecco le principali novità delle riforme

vengono considerate tutte le forme di reddito, comprese quelle fiscalmente esenti

viene dato un peso più adeguato alla componente patrimoniale

viene ridotta l’area dell’autocertificazione

é introdotta la possibilità di calcolare l’isee”corrente” in caso di variazione del reddito corrente superiore al 25%

vengono sottratti dalla nozione di reddito gli assegni di mantenimento, i redditi da lavoro dipendente(quota del 20% fino al massimo di € 3000),pensioni (quota del 20% fino a € 1000),costo della abitazione principale ( da € 5165 a € 7000 all’anno) e le spese effettuate da persone con disabilità o non autosufficienti.

vengono aumentate le franchigie per ogni figlio successivo al secondo ( € 500 per la deduzione dell’affitto, € 2500 per la deduzione sulla prima casa € 1000 per il patrimonio immobiliare ).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: